News & Eventi

Immagine di copertina dell'artista VALERI TARASOV   PROGRAMMA  Venerdì

Sulla quasi totalità dell'umanità la musica esercita un enorme potere

Archivio news

 

ARTISTI Time Zones 1999

-Steven Brown

-Alas del Sur

-J. C. Caceres

-Philip Glass

-Jon Gibson

-Giovanni Sollima

-Recycler + DJ Pathaan + Istambul Cafè

-Ottmar Liebert and Luna Negra Group

-Paul Motion

-Bill Frisell

-Joe Lovano

-John Giorno

 

"Only for love" di Florian Fricke

 Alcune parole dei Popol Vuh al festival Time Zones 1998. "Messa di Orfeo" 20 settembre, Molfetta. (l'ultimo concerto dei Popol Vuh ib Italia si tenne 30 ani fa a Milano)

Perché avete fatto questo. Perché si.

Il tempo intreccia i destini delle persone, come se cucisse n vestito, e i risultati li conosciamo solo più tardi.. Io ricordo il primo incontro, a maggio del 1998, vicino Alberobello, Time Zones, la casa estiva, bellissimi giorni, belle serate, bella gente, assolutamente avanguardia nel sud dell'Europa, l'unico errore fu che loro ebbero l'idea di un grande concerto all'aperto dei Popol Vuh a Pompei con 5000 persone, Hosianna Mantra...Ma a noi non piacque l'idea di riproporre le stesse cose di 30 anni fa. Mi piace molto Hosianna Mantra, ma in quel periodo eravamo impegnati a realizzare il progetto GoodRooms. Trasformazione di spazi, labirinti sonori, schermi e luci, musica...Non solo un concerto, volevamo fare qualcosa di più: "L'attacco al centro allucinatorio del cervello"...e strane cose come queste. Gli uomini del festival (Gianluigi Trevisi e Antonio Giacchetti) rimasero scioccati, ma subito dopo cambiarono idea, e nonostante i problemi di finanziamento e organizzazione, in quel preciso istante, iniziammo il lavoro. Sotto un albero di ulivo in Puglia noi registrammo in digitale, le parole di un testo millenario "La terra ed io siamo uno..." (tradotte e recitate da Guillermina de Gennaro, un'artista italiana e anche un membro del gruppo Time Zones). Sentimmo un canto di uccelli. Quello fu l'inizio della "Messa di Orfeo". Tre ore dopo, ricordo, ci fu l'incontro vicino al mare con il sindaco e sua moglie e altra notabiltà di Molfetta. In un modo del tutto particolare ci consegnarono le chiavi della parte vecchia della città, il labirinto bizantino, per trasformarlo. Why? Because. Grazie. E io fui felice di sapere che l'evento del 20 settembre fu per la maggior parte delle migliaia di persone che si unirono a noi, difficile da dimenticare.

P.S.: A gennaio/febbraio 1999 noi fummo ospiti di Time Zones a Bari. Nevicava, e registrammo con il coro del maestro Bepi Speranza la versione cd della "Messa di Orfeo". Poi un corista mi chiese: "Perché fate questo a Bari e non a Monaco, in Germania? In questo caso la mia risposta non fu "Because" - no - io risposi: "Solo per amore".

Florian Fricke